Archivio tag: trasporto pubblico

matteo-renzi-bugiardo-sciopero-ataf-firenze5stelle

Sciopero ad oltranza dei lavoratori ATAF

No allo smembramento del Servizio di trasporto pubblico.

matteo-renzi-bugiardo-sciopero-ataf-firenze5stelle

Firenze, 5 Dicembre 2013
Questa mattina inizia lo sciopero a oltranza indetto dai lavoratori ATAF, tutti in Viale Dei Mille per sostenere la protesta contro lo smembramento selvaggio deciso dalla proprietà dell’azienda.

Il M5S sarà a fianco anche in questa occasione dei lavoratori come in passato, chiediamo all’amministrazione di intervenire a tutela dell’occupazione e delle garanzie contrattuali per i lavoratori ma soprattutto chiediamo che si riapra una discussione sul servizio di trasporto urbano.

Dopo la privatizzazione decisa dalla Giunta Renzi, attuata dal Presidente Bonaccorsi oggi premiato con l’Assessorato con delega ai trasporti le condizioni di lavoro dei dipendenti sono andate sempre peggiorando, si sono registrati tagli strategici alle linee di servizio riducendo drasticamente la qualità generale del trasporto urbano. Che il “Modello Renzi” sia un fallimento è ormai sotto gli occhi di tutti; la strategia è ormai chiara e inequivocabile, si affossano le aziende, si creano i presupposti per la loro privatizzazione, si svendono agli amici o agli amici degli amici con cui si hanno altri interessi, vedi attraversamento TAV e Ferrovie Italiane.

Apprendiamo che questa mattina una delegazione dei lavoratori è stata convocata dal Prefetto, speriamo che con questo incontro si possa riaprire un tavolo di trattativa a tutela dell’occupazione e soprattutto a tutela del servizio di trasporto pubblico cittadino.

ATAF deve tornare patrimonio del Comune e dei suoi cittadini, per questo ci batteremo duramente contro le scelte liberiste del Sindaco Matteo Renzi.

A quando il tavolo di lavoro tra istituzioni e comitato No Tunnel TAV?

In Consiglio Comunale, dopo gli interventi di commemorazione del Presidente e del Sindaco Renzi, il portavoce alla Camera Alfonso Bonafede del M5S, insieme a una ventina di attivisti, ha raggiunto il Sindaco in sala stampa ed è riuscito a “strappare” al primo cittadino l’impegno per un incontro, per discutere insieme al comitato cittadino No Tav le problematiche dell’opera di attraversamento della città. Il comitato in più occasioni ha sottoposto alle amministrazioni coinvolte progetti alternativi, estremamente più economici di quello attualmente in esecuzione ma niente da fare.

assegno tav firenzeLa simbolica consegna di un “maxi assegno” da 1,5 MILIARDI di euro rappresenta la differenza tra quanto inizialmente previsto di costo totale dell’opera nel 2009 (1,8 miliardi, stimati ad oggi 3,5 miliardi) e quanto invece preventivato di spesa nel progetto alternativo proposto dal Comitato (progetto realizzato dalla facoltà di Architettura, solo 300 milioni). Ieri il M5S ha consegnato il rapporto Arpat in cui viene evidenziato la conferma della modifica della falda, cosa paventata dai comitati e dall’università già dal 2006. Il progetto e’ carente e sottovaluta i rischi ambientali.

Ci auguriamo che a breve dopo l’impegno del Sindaco arrivino i fatti, e che al più presto si possa divenire a questo incontro tra le istituzioni e il comitato con i suoi tecnici, ingegneri e architetti, con le proposte alternative, meno impattanti per i cittadini, la città stessa e l’ambiente.

In tempi di spending review, chiediamo all’amministrazione di valutare, con la massima trasparenza e partecipazione dei comitati e dei cittadini fiorentini, se l’opera sia effettivamente necessaria, se sia affrontata tenendo conto dei costi sostenuti finora e previsti per il completamento, se l’opera rispetti rigorosamente l’ambiente e la sicurezza degli edifici, se non esistano altre soluzioni a minor rischio idrogeologico ed a costi maggiormente sostenibili.

Nell’interesse della città, dei suoi abitanti e del loro futuro.

Download (PDF, 172KB)

Babbo Natale porta nel sacco la privatizzazione di ATAF (Trasporto pubblico Firenze)

 

 

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=i3tz1fORlSA]

La delibera che dà il via alla privatizzazione di Ataf (trasporto pubblico locale) è stata approvata nel Consiglio Comunale del 22 Dicembre 2011  (40 votanti  favorevoli 29 / contrari 10 / astenuti 1) con i VOTI FAVOREVOLE di  Pd, Lega, Fli, Udc, un consigliere del Gruppo misto ed il capo gruppo di Idv e astensione del consigliere di Sel.

DA NOTARE che i partiti IDV e SEL avevano preso posizione netta contro la privatizzazione e fanno parte del Comitato cittadino contro la privatizzazione di Ataf, qualcuno dovrebbe spiegarlo ai consiglieri di riferimento.

 

Il nostro comunicato ai media:

RENZI CI SALVA DALLA VECCHIA POLITICA (e chi ci salva dalla sua?!)

E’ tutta colpa della politica, di questi ultimi anni di lasciar andare le cose non prendersene cura. E’ per questo che l’Ataf risulta in rosso.

Ecco come Renzi ha presentato  in Consiglio la delibera per privatizzare l’Ataf sbandierando la sua capacità di decidere a tutti i costi. 

Il Movimento Firenze 5 Stelle si chiede: ma se questo dissesto finanziario è responsabilità della politica (di cui si parla sempre genericamente senza mai fare nomi) perchè devono pagarlo i cittadini e i lavoratori dell’ATAF ? 
 
Noi siamo stanchi di questo atteggiamento del primo cittadino, e restiamo  invece a fianco degli autisti dell’Ataf che erano in aula proprio per opporsi alla svendita dell’azienda.
Non basta infatti “prendere decisioni” , ma bisogna  prenderle con buonsenso e soprattutto nel rispetto della volontà popolare , che  ha inequivocabilmente sancito  tramite  l’ultimo referendum l’indiscutibile appartenenza pubblica dei  beni comuni.

La politica deve cominciare a prendersi responsabilità di gestione di servizi pubblici e non cecare di scaricarli ai privati che,  purtroppoin Italia, non hanno mai apportato alcun miglioramento ma soltanto costi aggiuntivi per tutta la comunità

Movimento5stelleFirenze