Archivio tag: pirogassificatori

Pirogassificatore: presidente Rossi quali sono le tue priorità?

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=wRM5qzjPyX8]

 COMUNICATO STAMPA congiunto dei meetup e liste civiche locali del MoVimento 5 stelle Toscana: Presidente Rossi perchè eri assente ?

La vicenda del pirogassificatore, un piccolo inceneritore per rifiuti speciali a cui è dato un nome più estroso, che sarà installato a di Castelfranco di Sotto in provincia di Pisa, sta assumendo sempre più rilevanza nella politica regionale, alla luce anche dell’interrogazione, PDL, all’ultimo Consiglio Regionale di martedì scorso (10 Gennaio n.d.r.)

L’interrogazione chiedeva conto al Presidente Enrico Rossi di tutta quella fitta rete di intrecci tra Waste Recicling, la ditta di Castelfranco di Sotto dove verrà installato il macchinario il cui presidente è Maurizio Signorini ex Sindaco di Santa Croce, Nicla Pucci presidente della NSE di Empoli, la ditta costruttrice dell’impianto, figlia dell’ex Sindaco di Limite sull’Arno ed Agostino Fragai, assessore insieme a Rossi nella passata giunta Regionale adesso in NSE.

A dire la verità la valenza regionale della vicenda si poteva intuire sin da quando il Presidente Rossi partecipò in persona all’inaugurazione ad Empoli insieme al Sindaco della cittadina Luciana Cappelli, della NSE, una ditta che ad oggi conta solamente sei dipendenti.

Probabilmente la presenza del Presidente in quella occasione era dovuta alla partecipazione di FIDI Toscana, la finanziaria della Regione, nel progetto della NSE, anche perché risulta difficoltoso pensare che la più alta autorità di governo della Regione presenzi alle inaugurazioni di tutte le imprese private con più di sei dipendenti.

Martedì 10 noi del MoVimento 5 Stelle Toscana eravamo presenti alla seduta del Consiglio Regionale, così come un gruppo di cittadini di Castelfranco giunti nel capoluogo per l’occasione proprio poter sentire il Governatore pronunciarsi sull’argomento.

Unico assente proprio lui, Rossi, per altri impegni come è stato comunicato.

Il nostro dissenso si unisce così a quello dei cittadini accorsi e dei Consiglieri firmatari dell’interrogazione , all’evidente volontà da parte di Rossi di sfuggire al confronto ed al dialogo sull’argomento, poiché ci è stato detto che la risposta a tale interrogazione verrà fornita solo in maniera scritta.