Archivio tag: Fiato sul collo

SaS Spa, La maggioranza fugge dall’aula

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=u1r-X55x1fE]

Abbiamo già ampiamente argomentato le motivazioni che hanno portato il Consigliere Torselli a richiedere con una Mozione il 20/12/2012 la REVOCA della nomina al Presidente del CDA Dott. Moreno Panchetti (nominato dal Sindaco Renzi) e il Commissariamento dell’Azienda SaS Spa “per poco sembrerebbe” interamente controllata dal Comune che versa in una situazione finanziaria assai discutibile.

Ma non entriamo nel merito della questione “Aziendale” per affrontare invece la questione MORALE legata a questa vicenda: La tacitazione impensabile se raccontata che si stà protraendo ormai dagli inizi dell’anno e il CONFLITTO di INTERESSI evidente di Presidente del CDA, membri del CDA stesso e Assessore che “controlla le partecipate” ma soprattutto nei confronti di QUEI LAVORATORI che aspettano di sapere del proprio destino!

-Consiglio Comunale del 18/03/2013: Si tira per le lunghe la seduta, quando si arriva a discutere la mozione manca l’Assessore Petretto e quindi il Presidente chiude la seduta.

-Consiglio Comunale del 08/04/2013: La mozione ha ovviamente ricevuto il parere negativo della commissione controllo ben due volte (11/01/2013 e 01/02/2013) e in aula stranamente si dilegua la maggioranza dei consiglieri vicini alla Giunta Renzi e la mozione non viene votata per mancanza del numero legale. L’abilità del Presidente Giani nel condurre questo balletto è sorprendente.

-Consiglio Comunale del 22/04/2013: “Ritenta sarai più fortunato”, l’abilità del Presidente si dimostra tutta nel cogliere il momento di assenza dall’aula del Consigliere Torselli per rimandare la discussione della mozione. Ancora una volta “la poltrona del presidente Panchetti” è salva.

-Consiglio Comunale del 06/05/2013: La seduta si prolunga oltre l’immaginazione sulla discussione dei mondiali di ciclismo, si discutono poche cose frettolosamente e poi arriva il tanto SOSPIRATO momento di discutere la Mozione su SAS. Siamo ormai oltre le 18,30 e già diversi consiglieri si allontanano alla spicciolata, il Presidente propone di chiudere e rimandare tutto (ancora una volta!); con grande difficoltà i consiglieri Torselli, Sabatini, Grassi e De Zordo riescono almeno ad avviare il dibattito.

Guardate le immagini e valutate voi stessi il comportamento della NOSTRA AMMINISTRAZIONE.

Babbo Natale porta nel sacco la privatizzazione di ATAF (Trasporto pubblico Firenze)

 

 

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=i3tz1fORlSA]

La delibera che dà il via alla privatizzazione di Ataf (trasporto pubblico locale) è stata approvata nel Consiglio Comunale del 22 Dicembre 2011  (40 votanti  favorevoli 29 / contrari 10 / astenuti 1) con i VOTI FAVOREVOLE di  Pd, Lega, Fli, Udc, un consigliere del Gruppo misto ed il capo gruppo di Idv e astensione del consigliere di Sel.

DA NOTARE che i partiti IDV e SEL avevano preso posizione netta contro la privatizzazione e fanno parte del Comitato cittadino contro la privatizzazione di Ataf, qualcuno dovrebbe spiegarlo ai consiglieri di riferimento.

 

Il nostro comunicato ai media:

RENZI CI SALVA DALLA VECCHIA POLITICA (e chi ci salva dalla sua?!)

E’ tutta colpa della politica, di questi ultimi anni di lasciar andare le cose non prendersene cura. E’ per questo che l’Ataf risulta in rosso.

Ecco come Renzi ha presentato  in Consiglio la delibera per privatizzare l’Ataf sbandierando la sua capacità di decidere a tutti i costi. 

Il Movimento Firenze 5 Stelle si chiede: ma se questo dissesto finanziario è responsabilità della politica (di cui si parla sempre genericamente senza mai fare nomi) perchè devono pagarlo i cittadini e i lavoratori dell’ATAF ? 
 
Noi siamo stanchi di questo atteggiamento del primo cittadino, e restiamo  invece a fianco degli autisti dell’Ataf che erano in aula proprio per opporsi alla svendita dell’azienda.
Non basta infatti “prendere decisioni” , ma bisogna  prenderle con buonsenso e soprattutto nel rispetto della volontà popolare , che  ha inequivocabilmente sancito  tramite  l’ultimo referendum l’indiscutibile appartenenza pubblica dei  beni comuni.

La politica deve cominciare a prendersi responsabilità di gestione di servizi pubblici e non cecare di scaricarli ai privati che,  purtroppoin Italia, non hanno mai apportato alcun miglioramento ma soltanto costi aggiuntivi per tutta la comunità

Movimento5stelleFirenze

Consiglio Comunale Firenze: più trasparenza per i cittadini

 

Il MoVimento 5 stelle Firenze ha ufficialmente ripreso l’operazione di riprese video del Consiglio Comunale, operazione denominata “Fiato sul collo”. 

Da lunedi’ 14 Novembre gli attivisti del Movimento saranno presenti (naturalmente salvo impegni di lavoro personali) nel salone del Dugento di Palazzo Vecchio con una telecamera, per riprendere lo svolgimento dei lavori dell’assemblea consiliare fiorentina.

Lo scopo del progetto è quello di avvicinare i cittadini alla politica e, nello stesso tempo, di far sentire ai politici la presenza costante ed attenta della gente comune.

A riprendere la seduta di lunedi’ 14 Novembre anche Alfonso Bonafede, portavoce del MoVimento, che dichiara la propria soddisfazione per la riuscita dell’iniziativa:”Abbiamo assicurato che non riprenderemo le persone comuni che assisteranno tra il pubblico alle sedute, al fine di salvaguardare la loro privacy, ma abbiamo anche precisato che non abbiamo bisogno di alcuna autorizzazione: e’ un diritto dei cittadini infatti venire a conoscenza e diffondere cosa viene fatto e detto in consiglio comunale dai rappresentanti da loro eletti. Sempre precisando inoltre, non si dovrebbe neanche parlare di alcun concetto di privacy per chiunque si trovi in un’aula in cui si riunisce pubblicamente il consiglio “.

Il piano prevede la messa on-line di ogni singolo consiglio ripreso, e nel sito www.www.firenze5stelle.com verranno pubblicati anche gli spezzoni più significativi.