La magistratura indaga sulla Sas Spa

Adesso Renzi rottamerà se stesso?

buche renzi sas indagataDopo le vicende di questi giorni dove si è visto consumare sotto gli occhi di tutti l’inciucio dei partiti che hanno governato negli ultimi 20 anni, Renzi che si è vestito di nuovo lancia la sfida sia al Pd che al MoVimento di Grillo.

Il M5S Firenze ricorda a Renzi che prima di tutto se vuole rifondare il Pd e lanciarsi come attore nazionale sarà bene che chiarisca le sue posizioni sulla amministrazione cittadina dove è latente ad ogni consiglio comunale, dove ha svuotato il Consiglio del suo valore democratico e del necessario e doveroso dibattito politico, per creare la sua corte dei miracoli.

Dovrebbe chiarire ad esempio le sue scelte politiche ed amministrative che lo vedono come protagonista assoluto sulla gestione della Sas spa, che negli ultimi anni di gestione Renzi è passata da un attivo ad un passivo e non ha risolto i problemi della città.

Noi del M5S denunciamo lo stato indicibile e intollerabile delle strade cittadine. La situazione è sotto gli occhi (e le ruote) di tutti.

Il sindaco invece di inondarci di infografiche via twitter, dovrebbe spiegare alla cittadinanza cosa succede alla SAS spa, la partecipata al 100% del Comune, che dovrebbe occuparsi delle strade cittadine.

Con i suoi oltre 200 dipendenti la società è guidata da un presidente indagato dalla procura per la sua evidente ineleggibilità e per la sua gestione del personale..

Ricordiamo che il presidente di SAS Moreno Panchetti è stato nominato direttamente dal sindaco, in spregio al regolamento comunale sulle nomine delle partecipate che all’Art.4 vieta a chi abbia avuto rapporti economici nei 5 anni precedenti di assumere cariche nelle società per cui ha lavorato.

Panchetti al momento della nomina non solo aveva avuto rapporti ma svolgeva addirittura  l’incarico di consulente del lavoro della società (nel cui CdA siede anche Lorenzo Petretto, figlio dell’attuale assessore al bilancio) e quindi assolutamente ineleggibile.

Ciò nonostante ha guidato la società sino ad ora con criteri di gestione che risultano quantomeno carenti a livello di risultati e con criteri di clientelismo denunciati da più parti e sui quali indaga la procura, in perfetta continuità con i presidenti precedenti, basti ricordare l’indagine per frode nei lavori stradali aperta nei confronti di Alessandro Bartolini (ex comandante della Polizia Municipale) che lo ha preceduto alla guida dell’azienda.

Verrebbe da chiedersi se sia saggio affidare ad una azienda i cui vertici vengono nominati con questi presupposti gli attuali servizi di riscossione per conto del comune e che controlli possa mai fare un ente locale che non si è accorto delle violazioni regolamentari suddette.

Il comportamento del Sindaco, che vorrebbe rappresentare il nuovo e il diverso dai partiti attuali, dimostra (anche in questi minuti episodi) una perfetta continuità con quello che abbiamo visto in questi giorni: lo stiracchiamento delle regole e dei regolamenti, che per tutti noi (vedi pagamenti fiscali) si applicano con rigore, ma per gli amici si interpretano con larghi margini.

Attendiamo fiduciosi il sindaco Renzi stasera alla seduta del consiglio comunale, dove raramente si presenta a risolvere i problemi della città.

MoVimento 5 Stelle Firenze www.firenze5stelle.itemail hidden; JavaScript is required

fonti di riferimento:
http://firenze.repubblica.it/cronaca/2012/07/12/news/strade_rattoppate_per_il_pm_frode-38905963/)

Alessandro Bartolini, ex direttore della Sas accusato per frode:
http://www.firenzetoday.it/cronaca/alessandro-bartolini-sas-accusato-frode-procura-firenze.html

Regolamento comunale:
http://www.comune.firenze.it/comune/regolamenti/1164-99.htm

Mozione commissariamento:
http://www.comune.fi.it/consi/2012/pdl/20121221_commissariamento_SAS.pdf

Un pensiero su “La magistratura indaga sulla Sas Spa

  1. Pingback: lucaraiteri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *