Firenze è con il lutto nel cuore

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=faqiq-lMsjE]

Con il lutto nel cuore….

Al’indomani dell’atroce fatto accaduto ieri a Firenze, il MoVimento 5 stelle esprime cordoglio a tutta la comunità Senegalese.

Ribadendo il proprio impegno a favore di politiche d’inclusione, in grado di accogliere e integrare le diverse comunità straniere sul territorio. 

Continuando la campagnaL’italia sono anch’ io, per concedere la cittadinanza a tutti i figli degli immigrati nati in Italia.

 Specificamente alla comunità Senegalese, colpita da questi terribili accadimenti, esprimiamo la nostra piena partecipazione al lutto cittadino, con la speranza di non dover mai più commentare un simile episodio.

La follia umana si esprime sotto diverse forme, l’evento d’ieri evidenzia come la diffidenza e la negazione dei diritti altrui possano trovare sfogo nella xenofobia.

Apprezzare le proprie origini e la propria storia, comporta il rispetto della storia degli altri, riconoscendole ugual valore e meritato rispetto.

Ai giorni d’oggi, continuare a parlare di “paura dell’estraneo” e di “razzismo”, è deludente.

Una società multietnica, conseguente allo sviluppo economico e la libertà di capitali, non può concepire che altrettanta libertà non venga riconosciuta agli esseri umani.

La comunità Senegalese, giunta in Italia dagli anni ’80, non ha mai rappresentato un problema di ordine sociale, sono per lo più giovani che intraprendono il “viaggio della speranza”, alla ricerca di un lavoro, con cui affrontare il futuro.

Si tende a dimenticare che è l’esigenza di sopravvivere ed il senso di responsabilità verso le loro famiglie, che spinge questi ragazzi a sfidare tutte le difficoltà che si trovano ad fronteggiare.

“Ragazzi tranquilli, che cercano di lavorare senza tregua, determinati e volenterosi e soprattutto cordiali e gentili. Ricordiamo Genova: durante i giorni dopo l’alluvione diverse testimonianze hanno documentato il loro contributo nel ripulire la città e ogni giorno si può assistere a gesti di grande civiltà e senso civico, da parte loro. Dal cedere il posto sui mezzi pubblici, al porgerti l’aiuto se ti trovi in difficoltà. Sono esperienze che mi permetto di citare, avendole vissute in prima persona. (Miriam)”

Dalla città che per prima abolì la pena di morte (30/11/1786) dobbiamo dare un nuovo segnale di civiltà, contro la violenza ed il razzismo e noi del MoVimento 5 stelle ci saremo, come cittadini agli appuntamenti di …

Mercoledì 14 dicembre alle ore 18 tutti in piazza Dalmazia per la fiaccolata.
Sabato 17 alle ore 15 corteo cittadino indetto dalla comunità Senegalese, in Firenze.


 

9 pensieri su “Firenze è con il lutto nel cuore

  1. Antonella Verdiani

    Buongiorno, sono una formatrice e ricercatrice sulle questioni di educazione alla pace, consulente UNESCO e della Cattedra Unesco di Firenze per la Cultura di Pace. Vivo a Parigi ma sono toscana ed ho vissuto in Senegal dove lavoravo per l’UNESCO. I fatti razzisti di Firenze mi hanno sconvolta e vorrei mettere a disposizione la mia competenza di mediazione e non violenza: organizziamo un incontro con la comunità senegalese e africana a Firenze? è urgente e il sindaco potrebbe esserne il promotore insieme ad altre organizzazioni cittadine e pacifiste. A presto spero.
    Antonella Verdiani

    Replica
        1. Firenze 5 Stelle

          Ciao Antonella, la prossima occasione è la riunione di GIOVEDI’ 15 Dicembre presso il circolo Bencini Via mercadante alle 21,00 . Ma vivi a Parigi ? Quand’è la tua prossima occasione fiorentina ?

          Replica
      1. Antonella Verdiani

        Si’ vivo a Parigi ma sono spesso a Firenze dove collaboro con l’Università. Sono in contatto tra l’altro con una persona che parteciperà stasera alla fiaccolata, con il comitato della rete antirazzista di Firenze che si riunirà alla presenza della comunità senegalese. Questa persona fa parte della SUP-rete@sinistra di Firenze ( Associazione per la Sinistra Unita e Plurale), il cui comitato, nel quale sono presenti diverse persone molto attive nella rete antirazzista, si riunirà domani sera. Ci sarete?

        Potrei venire li’ con un mediatore internazionale, a lavorare insieme coinvolgendo la comunità, facendo un lavoro di “intelligenza collettiva”, di terapia sociale, partecipativo. Ha funzionato in ambiti più che difficili, come in Cecenia (si dice cosi’ in italiano?), e potrebbe funzionare anche a Firenze, a scopo prima di tutto terapeutico con i senegalesi, poi preventivo, con loro ed i fiorentini insieme.

        Questa storia mi ha toccata particolarmente, Firenze è la mia città, in Senegal ho vissuto con l’UNESCO, la question del dialogo per la pace è la mia passione…So che ci sono tanti esperti già sul luogo, la mia è una proposta che mi viene dal cuore… Ciao!

        Replica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *